Colli di Luni Rosso Riserva

Il Colli di Luni Rosso Riserva ha ottenuto il DOC nel 1989 e può essere prodotto nella zona di La Spezia e Massa Carrara, sulle Colline di Luni poste al confine tra la Liguria e la Toscana. Sono 17 in tutto i Comuni che partecipano alla produzione di questo vino: 14 per la Provincia di La Spezia e 3 per la Provincia di Massa Carrara.

Caratterizzato da un colore rosso rubino intenso che acquista lievi note di granata con l’ invecchiamento, il Colli di Luni Rosso Riserva è un vino che all’ olfatto regala un profumo armonico, tra il vinoso e il fruttato, con appena percepibili note floreali. Nel complesso, un profumo davvero delicato che preannuncia un sapore asciutto, fine, armonico.

Le note fruttate che il Colli di Luni Rosso Riserva Doc regala ai suoi degustatori alla prima boccata sono quelle tipiche dei piccoli frutti rossi: la mora di rovo, la ciliegia matura, il lampone, il ribes. Le note floreali di questo vino provengono, invece, dalla violetta, tipico fiore di campo che cresce sulle Colline di Luni.

Passiamo alla composizione delle uve.

Questi i vitigni che partecipano alla vinificazione del Colli di Luni Rosso Riserva: Sangiovese (60%-70%), Canaiolo, Pollera Nera e Ciliegiolo Nero (da soli o unitamente per almeno il 15%). Possono concorrere alla produzione del vino altri vitigni a bacca nera, autorizzati e raccomandati per la provincia di La Spezia e Massa Carrara, presenti nei fino ad un massimo del 25%, con un limite del 10% per i vitigni Cabernet.

Il Rosso Riserva è sottoposto ad un periodo di invecchiamento di almeno due anni (massimo quattro anni) a decorrere dal 1° novembre dell’anno di vendemmia. Dall’ invecchiamento trae la sua gradazione alcolica minima che si aggira intorno ai 12,5°.

Il Colli di Luni Rosso Riserva si sposa molto bene con grigliate di carni bianche o in generale con le carni bianche “nobili” in preparazione semplice o speziata. Ottimo anche con i filetti o con i pecorino di media stagionatura e primi piatti a base di pasta fresca.

Ideale anche come vino da meditazione, da bere in enoteca degustando bruschette toscane o piatti a base di pecorino con miele.

Ottimo anche il rapporto qualità  / prezzo. Il costo di una bottiglia si aggira intorno ai 20 Euro per la vendita in Enoteca e intorno ai 12 Euro per la vendita in azienda o presso la grande distribuzione.

Lascia un Commento