Vini DOC e Vini DOCG

Vini DOC

DOC è l’ acronimo che indica l’ attribuzione della Denominazione di Origine Controllata.

Il DOC è un marchio di origine che l’ Unione Europea ha istituito al fine di promuovere e tutelare i prodotti agroalimentari dei paesi aderenti.

La funzione del DOC è quella di certificare la provenienza di un prodotto agroalimentari. Per quanto riguarda il vino, la Denominazione di Origine Controllata indica e garantisce la provenienza delle uve utilizzate per la produzione di un determinato vino.

I vini DOC sono ritenuti vini di qualità  elevata. Per ottenere la Denominazione di Origine Controllata un vino deve superare specifici e dettagliati test fisico-chimici atti a determinare le proprietà  organolettiche ed enochimiche della bevanda e soprattutto, a comprovare che il vino sia conforme a tutte le norme previste dalla disciplinare stabilita dall’ Unione Europea.

Il nome del vino DOC richiama sempre il territorio di provenienza delle uve.

Vini DOCG

DOCG indica la Denominazione di Origine Controllata e Garantita. In una ipotetica scala gerarchica, la attribuzione DOCG occupa il gradino posto immediatamente più in alto del DOC .

Oltre agli esami fisico-chimici per la certificazione delle proprietà  organolettiche ed enochimiche della bevanda, proprietà  che devono risultare confacenti al territorio di provenienza delle uve, l’ attribuzione del marchio di origine DOCG implica particolari condizioni per l’ imbottigliamento del vino: il vino deve essere imbottigliato nello stesso territorio di provenienza delle sue uve e i contenitori utilizzati devono avere una capacità  massima pari a cinque litri

One Response to “Vini DOC e Vini DOCG”

  1. […] sarà  ovviamente il Rossese di Dolceacqua, il primo vino del ponente ligure ad aver ottenuto la Denominazione di Origine Controllata nel lontano […]

Lascia un Commento